Juventus Napoli, ecco come è andata a finire

Juventus Napoli è una di quelle partite fantastiche che si attendono e si vivono volentieri nel giorno dell’Epifania, qui la possibilità di confronto bookmakers aams tra bonus e analizzare quote match, antepost, migliori marcatori e calendari calcistici in evoluzione tra diversi portali online dedicati alle scommesse sportive.

Juventus Napoli, insomma, poteva essere uno di quegli incontri che potevano saltare, difatti, ben quattro partite della ventesima giornata sono state sospese, forse saranno rinviate ma si parla anche di sconfitta a tavolino. Il Napoli per giocare questa partita con calciatori in quarantena non rischia poco come vedremo dopo analizzando alcune notizie e osservazioni.

Iniziamo da risultato, statistiche, analisi highlits, pagelle

Juventus Napoli si è conclusa con il pareggio di un goal, prima rete di Dries Mertens al 23°, grande protagonismo di Federico Chiesa che al 54° recupera per il pareggio. Di fatto, la Juventus registra: 22 tiri totali, 5 in porta, 44% di possesso palla, 453 passaggi, 87% precisione nei passaggi, 8 falli commessi, 2 ammonizioni, 1 fuorigioco e 4 calci d’angolo. Il Napoli: 16 tiri totali, 4 in porta, 56% di possesso palla, 586 passaggi, 87% precisione nei passaggi, 11 falli commessi, 1 ammonizioni, 1 fuorigioco e 3 calci d’angolo.

Il Napoli così si attesta al terzo posto, la Juventus al quinto posto in zona Europa League ma si tratta di una classifica parziale visto che non hanno giocato Bologna, Inter, Atalanta, Torino, Salernitana, Venezia, Fiorentina e Udinese. Il Napoli è condizionato a questo punto dal risultato e dalle decisioni sull’Atalanta ma anche sulla Fiorentina che sta giocando forte e tallona la Juventus davanti a Roma e Lazio. Su Juventus Napoli potete consultare le pagelle di Eurosport.

Iniziamo dalla Juventus, squadra in casa. Sei per Szeczesny, Cuadrado, Rugani, De Ligt, McKennie, Bentacur, Bernardeschi, Dybala. Cinque e cinque con la virgola per molti giocatori, anche per l’allenatori. Sette per Federico chiesa autore del goal di pareggio. Per il Napoli, 6 e 6 virgola per Ospina, Di Lorenzo, Rrahmani, Jesus, Ghoulam, Lobotka, Demme, Politano, Insigne (ufficialmente acquista da un club canadese), e per l’allenatore Domenichini vice di Spalletti. Sette per Dries Mertens.

Zielinski, Lobotka e Rrahmani, perché hanno giocato? Cosa rischia il Napoli?

Il Napoli ha fatto giocare Zielinski, Lobotka e Rrahmani. La Asl 2 di Napoli, si legge su Sportmediaset aveva imposto l’isolamento a causa di uno stretto contatto con un positivo al Covid. Secondo le nuove norme del Governo, il tre giocatori e forse anche il Club rischiano una sazione che va dai 400 ai 1000 euro. Sulle nuove norme in attuazione c’è un calendario preciso, di fatto siamo in stato di emergenza fino alla fine di marzo e il decreto da poco approvato con l’obbligo vaccinale agli over 50 e a determinate categorie professionali, durerà fino a giugno. C’è anche il fatto che la Serie A deve rendere compatibile il regolamento con le nuovi condizioni sanitarie e anche il protocollo della Lega Calcio da poco approvato.

Leave a Comment