Autore: AsE2mghN0Z

Il bello degli hobby fai da te

I vantaggi di coltivare un hobby

Avere un hobby presenta tantissimi vantaggi. Innanzitutto ci permette di utilizzare in maniera gratificante e piacevole il proprio tempo libero. Inoltre ci offre la possibilità di diventare dei veri esperti in un determinato campo. Quando si persevera in una passione si coltivano qualità come la perseveranza e la sicurezza nelle proprie capacità.

Il campo degli interessi umani può spaziare moltissimo: dallo sport alla musica, dal mondo degli animali all’arte, passando al fai da te.

Proprio in quest’ultimo settore esiste una nicchia che continua ad attirare nuovi appassionati. Parliamo dei kit per la produzione in casa di prodotti tipici che solitamente vengono realizzati a livello industriale. Ne parleremo in questo articolo.

Kit per fare la birra

L‘homebrewing continua a fare nuovi discepoli. Fino a poco tempo fa sembrava pura utopia riuscire ad ottenere la birra artigianale in casa con risultati soddisfacenti. Grazie all’avvento dei kit per l’homebrewing, oggi chiunque può riuscire in quest’obiettivo. E non pensiamo che tutte le birre siano uguali. Basterà ogni volta acquistare un malto diverso per ottenere una tipologia di birra del tutto differente. In poco tempo potremo diventare dei veri e propri mastri birrai, e questo mondo non avrà più segreti per noi.

Mini frantoio per fare l’olio

L’olio extravergine di oliva è uno dei prodotti di eccellenza della nostra terra. Grazie ad un minifrantoio non dovremo fare altro che acquistare delle olive di buona qualità, possibilmente da chi le produce in modo biologico, e seguire il processo per estrarre il prezioso liquido. Oltre al minifrantoio avremo bisogno di acquistare anche dei recipienti adatti, di solito in acciaio inox, per conservare l’olio e mantenere le sue proprietà organolettiche inalterate nel corso del tempo. Su agristorecosenza.it possiamo trovare un vasto assortimento di strumenti per produrre il nostro olio fatto in casa.

Mini kit per fare il vino

Anche il vino ormai non è più appannaggio esclusivo delle grandi cantine. C’è da dire che tutti abbiamo avuto l’esperienza di assaggiare il vino fatto da un parente o da un amico, presentato come “genuino” ma che obiettivamente lasciava molto a desiderare sulla qualità. Grazie a questi kit potremo invece eseguire tutto il processo di vinificazione passo dopo passo in maniera controllata, seguendo scrupolosamente le istruzioni fornite, per un risultato di eccellenza che ci motiverà a fare sempre meglio ogni volta e ci farà sentire orgogliosi quando lo offriremo a qualcuno.

Alambicchi per oli essenziali

I benefici legati all’aromaterapia sono riconosciuti dalla notte dei tempi. Per estrarre gli oli essenziali dalle piante officinali bisogna usare un distillatore, conosciuto anche come alambicco, che viene utilizzato anche per ottenere i distillati di vinacce. Grazie a questo strumento potremo creare un po’ alla volta una piccola riserva di profumi naturali da utilizzare in caso di malessere, per profumare gli ambienti o per dei massaggi rigeneranti.

 

Leave a Comment

Come cambiare volto agli interni della casa

Rinnovare gli interni senza spendere una fortuna

Rompere la monotonia dei propri interni non sempre richiede l’intervento con costosi e duraturi lavori. Spesso le soluzioni possono essere più a portata di mano di quanto si possa credere, e di solito non richiedono nemmeno un costo ed un lavoro eccessivo. In questo articolo andremo a vedere quali possono essere le soluzioni di più facile applicazione per raggiungere questo risultato.

Le soluzioni più economiche e dal risultato garantito

  • Rivestimento con delle doghe in PVC. Le doghe in PVC vengono applicate come rivestimento interno o sulla controsoffittatura, e cambiano immediatamente l’aspetto degli interni. Il loro montaggio è davvero semplice. Trattandosi comunque di un lavoro destinato a durare nel tempo, è sempre meglio rivolgersi all’aiusto di un professionista. Le doghe in pvc su esconti.it riproducono fedelmente materiali naturali quali il legno o la pietra e si rivelano resistenti e facili da pulire.
  • Dare una mano di vernice. A volte può rivelarsi necessario affidarsi semplicemente ad un cambio di colore, che può essere accompagnata da un vero e proprio cambio di stile. Possiamo approfittare infatti per utilizzare degli stili di pittura nuovi ed originali, quali il sabbiato e lo spazzolato, così da rifare totalmente il look alle superfici interne.
  • Cambiare la disposizione dei mobili. A volte anche semplicemente spostare il divano o le poltrone, invertendo le loro posizioni può dare una svolta decisiva all’aspetto della nostra casa. Se abbiamo la fortuna di disporre di spazi abbastanza ampi, possiamo approfittare per provare a posizionare alcuni arredi in una zona più centrale della stanza, a metterli defilati o di sbieco rispetto alle pareti, rompendo gli schemi convenzionali.
  • Aggiungere dei quadri o degli adesivi decorativi per le pareti. Le pareti, così come stiamo cercando di evidenziare, giocano un ruolo fondamentale nell’aspetto generale della stanza, essendo una delle prime cose che l’occhio di chi vi entra tende a notare. Ecco perché un’altra idea può essere semplicemente quella di aggiungere degli elementi di decoro in linea con lo stile del nostro arredamento. Può trattarsi di quadri, di collage di fotografie, di targhe metalliche o poster. Così come accennato, un elemento molto in voga sono le scritte o i disegni decorativi adesivi, dal sapore decisamente moderno. Ne esistono davvero tantissimi tipi e modelli, tra cui possiamo scegliere quello che meglio rispecchia la nostra personalità.
  • Pannelli tridimensionali in gesso 3D. Questa è forse una delle scelte esteticamente più originali, che contribuiscono a dare un tocco di esclusività agli ambienti. Essendo in gesso, questi pannelli si presentano estremamente leggeri e facili da montare. Riproducono dei motivi in rilievo geometrici o casuali, e creano un effetto materico di tutto rispetto che può essere esaltato dal sapiente utilizzo della luce prodotta da faretti in led.
  • In alternativa, anche una carta da parati, posizionata su una parete particolarmente in vista, alle spalle del divano, può aiutarci nel nostro intento di rinnovare e modernizzare gli interni della nostra casa.

Così come abbiamo visto, le soluzioni e le idee a nostra disposizione sono davvero molte. Non ci resta che scegliere quella che fa maggiormente al caso nostro.

Leave a Comment

Come realizzare un’illuminazione vincente per la cucina

Fattori di cui tener conto per illuminare una cucina

La cucina, più di ogni altra stanza, richiede un livello di efficienza abbastanza elevato. Avremo infatti bisogno di un’illuminazione di qualità mentre prepariamo i nostri piatti preferiti. Questo non significa assolutamente che bisogna rinunciare all’estetica. Sono disponibili infatti tutta una serie di soluzioni che si rivelano ideali per integrare un’illuminazione bella e vincente in questo ambiente.

Scelta dell’illuminazione principale

Come in ogni altra stanza, prima di tutto bisogna scegliere la fonte principale di luce nella stanza, quella preposta all’illuminazione ambientale. Le opzioni possono essere diverse. Uno dei primi fattori di cui tener conto è l’ampiezza della stanza e l’altezza del soffitto.

Nel caso in cui il soffitto lo permette, infatti, potremmo installare un lampadario di design a sospensione al centro della stanza. Si tratta di una soluzione intramontabile e che permette di illuminare al meglio l’ambiente, in quanto la luce viene proiettata dall’alto.

In mancanza di spazio, potremmo montare una plafoniera. Se ci piacciono le illuminazione composte da più punti luce, allora i faretti al gesso potrebbero fare al caso nostro. Essenzialmente essi possono essere ad incasso oppure possono essere montati sulla superficie. In questo caso potremo scegliere tra i tanti modelli disponibili, quello con la forma che meglio si abbina al genere di arredamento. Su https://www.luceled.com/possiamo lasciarci ispirare da tantissime idee di tendenza per arredare con la luce a led ogni stanza della nostra casa.

Illuminare il piano di lavoro

La zona del mobile della cucina è quella che richiede maggiore attenzione, visto che è qui che si svolgono le azioni principali in questa stanza, ed un’illuminazione adeguata si rivela un’ottima alleata per preparare pasti deliziosi.

Anche qui dei piccoli faretti incassati montati al di sotto dei pensili potrebbero essere perfetti per illuminare il piano di lavoro. In alternativa, potremmo posizionare delle strisce led direttamente al di sotto dei pensili. Le strisce led si rivelano facili da installare e perfette per ogni situazione in cui ci sono problemi di spazio, essendo quasi prive di spessore.

Per aggiungere un tocco di estetica in più, basterà montare delle strisce RGB. Queste strip led possono cambiare colore all’occorrenza, offrendoci anche la possibilità di dare vita ad alcuni giochi di luce che andranno a creare un atmosfera unica nella stanza.

Le strisce led si rivelano perfette anche se montate all’interno dei mobili della cucina. Esistono dei sistemi che le fanno accendere solamente quanto le ante vengono aperte, per evitare inutili sprechi.

Scelta della temperatura di luce

A questo punto è doveroso parlare un attimo anche della temperatura di luce più adatta. Le temperature calde sono tendenti al giallo-arancione, mentre quelle fredde sul bianco-azzurro.

Quest’ultima, o in alternativa una luce “neutra” sono le temperature consigliate per questo ambiente, perché sono quelle che rendono una qualità visiva migliore.

Utilizzare un sistema dimemmerabile è l’ultimo consiglio di cui tener conto. Grazie ad esso, potremo variare l’intensità della luce in base al momento della giornata, passando da una luce più chiara ed intensa mentre cuciniamo, ad una più tenue e rilassante mentre consumiamo il nostro pasto.

Non sottovalutiamo mai l’effetto che l’illuminazione può avere nell’abbellire e nel rendere funzionale un ambiente.

Leave a Comment

Problemi e novità intorno a Windows 11: ecco i più recenti

Windows 11 è il sistema operativo che presto sostituirà in tutti i computer Windows 10. Anche il nuovo SO è un prodotto di Microsoft, la presentazione è avvenuta in estate, alla fine di giugno. Invece l’uscita è stata all’inizio di ottobre.

Sono passati cinque anni dall’uscita di Windows 10 e dalla successiva installazione su tutti i computer compatibili. Doveva essere il sistema operativo universale ma la versione mobile non è riuscita a sopravvivere al mercato. Prima di parlarvi delle novità e dei problemi che si stanno vivendo con Windows 11, ecco l’elenco generale dei requisiti minimi che il computer deve avere per poter installare il nuovo SO.

Processore da 1 GHz, 2 o più core, processore a 64 bit compatibile o Soc, ram da 4 gb, memoria da 64 gb, firmware UEFI, compatibile all’avvio protetto, TPM 2.0, scheda video compatibile con DirectX 12+ e successivi, anche con driver WDDM 2.0. Schermo HD 720p, diagonale superiore di 9 pollici, 8 bit per il canale motore. I processori compatibili sono di diverse marche: Intel, Ryzen e AMD, alcuni problemi sono nati con questo brand.

Problemi con il processore AMD

L’inizio di un nuovo sistema operativo incontra sempre molti problemi, qui parliamo di quelli incontrati con il processore AMD, subito risolti, e poi delle App Android su Windows. Dovete sapere che molte app di Google tra utility, giochi e addirittura casinò online (eccone un esempio https://www.vegasplus.info/) possono essere aperte e installate anche sul computer, sempre che non ci siano problemi. Ecco che cosa è successo in questi giorni.

Due problemi sono stati segnalati dai possessori di computer Windows 11 con processori ADM. Il primo difetto è stato l’aumento della latenza della cache L3 e diminuzione del 5% delle prestazioni tecniche generali ma in particolare dei giochi, fino al 15%. Un processore Ryzen difficile possa creare problemi simili soprattutto in campo gaming.

L’altro problema riguardava l’impossibilità di indirizzare i thread sul core. Insomma, problemi tecnici che però hanno creato dei rallentamenti seri nei computer. AMD ha poi comunicato di aver risolto i problemi grazie anche all’arrivo di un aggiornamento driver e chipset di Windows 11.

App Android su Windows 11: problemi e novità

Esistono solo 50 app Android per Windows 11 e disponibili solo per gli Insider del Beta Channel negli Stati Uniti. Sia Microsoft che Google sono al lavoro per ampliare le possibilità sul nuovo sistema operativo. Due dirigenti Microsoft hanno scritto su Windows Blog che presto le app si potranno scaricare direttamente dallo Store, forse sarà difficile riconoscerle in quanto saranno insieme e senza distinguo a quelle originarie di Windows.

Leave a Comment

Il dopo Italia Bulgaria

L’Italia sta giocando le qualificazioni ai mondiali Qatar, la quinta giornata della fase a gironi sarà domenica 5 settembre. Il nostro avversario è la Svizzera, gochiamo in trasferta.

Tempo di riposarci un giorno e arriva la sesta giornata, 8 settembre ore 20.4 contro la Lituania, questa volta in casa. Ospiteremo di nuovo la Svizzera il 12 novembre in casa nella nona penultima giornata della fase a gironi.

Abbiamo già affrontato la Svizzera agli Europei, abbiamo vinto 3 a 0, nelle scommesse sportive siamo favoriti ma il pareggio con la Bulgaria ricorda che in campo mai nulla è certo. Cercando maggiori informazioni su 22bet italia, bookmaker estero con licenza di Curacao, troverete antepost e calendari quotati aggiornati.

Italia Bulgaria, come è andata

Italia e Bulgaria si trovano nel gruppo C, siamo in testa alla classifica del gruppo, la Bulgaria al quarto posto come prossmo avversario incontrerà la Lituania il 5 settembre e poi Irlanda del Nord.

Ieri sera Italia Bulgaria è finita con un pareggio di 1 a 1. Grande goal di Federico Chiesa al sedicesimo minuto, uno scatto felino e un leggero dribling davanti alla porta per riprendere la palla, un lancio e arriva la rete. Al 39° minuto arriva la risposta di Atana Iliev, i bulgari hano tirato poche volte davanti alla nostra porta, in queste poche volte e con una concentrazione di giocatori davanti a Donnarumma la palla entra nonostante il tentativo del nostro portiere di recuperarla.

Queste sono alla fine le statistiche della partita, l’Italia era presente e pressante in campo, buoni i passaggi lunghi, qualche momento di disordine, tantissime le occasioni davanti alla porta avversaria e purtroppo perse.

Italia: 27 tiri totali, 8 tiri in porta, 79 percento di possesso palla, 8 passaggi, 90 percento precisione passaggi, 9 falli commessi, 2 ammonizioni, 5 fuorigioco, 10 calci angolo.

Bulgaria, 4 tiri totali, 2 un porta, 21 percento possesso palla, 218 passaggi, 61 percento, 61 percento precisione passaggi, 12 falli commessi, 2 ammonizioni.

La scorsa partita

Nella scorsa partita giocavano Belotti e Locatelli, ieri non c’era pervia di ua squalifica. Sono i due giocatori protagonisti dei goal che hanno portato alla vittoria, la Bulgaria nemmeno un goal. Andrea Belotti ha segnato sul 43 minuto e su rigore, Locatelli all’82°; vediamo le statistiche.

Bulgaria: 3 tiri totali, 1 in porta, 32 percento possesso palla, 285 passaggi, 73 percento precisione passaggi, 14 falli commessi, 3 ammonizioni, 2 fuorigioco.

Italia: 22 tiri totali, 6 in porta, 68 percento possesso palla, 594 passaggi, 87 percento precisione passaggi, 18 falli commessi, 2 ammonizioni, 1 fuorigioco, 12 calci angolo.

Leave a Comment

Bennacer, anno del rilancio?

I problemi fisici hanno assillato il giocatore nella scorsa stagione ma ora Pioli intende costruire intorno a lui la squadra.

Parliamo di calcio, di campionato e di coppe e per divertirvi online e scommettere sulla prossima stagione clicca qui e incomincia a giocare online.

In campo silenzioso ma fondamentale

Forse molte ombre sono scomparse dopo quel diagonale dando dimostrazione che Bennacer può splendere. 21 partite da giugno 2020 a febbraio 2021 ed il Milan con lui in campo non ha più perso in serie A. Ottimo lavoro da parete di Pioli nel trovare la squadra giusta e furbizia del giocatore che senza strillare, ma anzi sussurrando in francese a Kessie suo amico, ha agito in campo.

Bennacer non è il tipo che alza la voce anzi in campo non si vede e non si sente ma risulta nei 90 minuti fondamentale. La stagione passata è stata poco favorevole per lui per tutti i problemi fisici ma ora sembra che la cosa si sia sbloccata.

E’ arrivato il primo gol con un sinistro preciso nella partita amichevole contro la Pro Sesto la prima della nuova stagione. Dopo l’operazione al piede l’algerino è di nuovo in mediana e non intende mollare adesso.

Occhi aperti su Tonali

Un giocatore che già da ragazzino era un ragionatore a 360°. Sia in campo che fuori distingueva molto bene il bene dal male e risultava più grande della sua età. “molti giovani non pensano e se lo avessi fatto io forse in questo momento sarei a vendere droga”.

Per passione è un fantasista ma con l’aiuto di Andreazzoli è diventato un regista. Lui fu il primo che lo consigliò nell’arretrare il suo raggio di azione. “Somiglia a Paredes, ha palleggio e qualità”. Per questo occorre un gioco basso. Dopo aver scalato la vetta il prossimo anno lo troveremo in Champions.

Solo sei anni fa giocava in sesta serie francese mentre ora rappresenta un perno del Milan per Pioli. Occhio però perché dietro di lui scalpita Tonali. Quest’ultimo è stato riscattato dal Brescia e nella scorsa stagione ha disputato 37 partite. Sandro ha solo 21 anni ma è un ragazzo che punta alla titolarità.

Sicuramente si fa notare dal c.t. Il precampionato lo giocheranno lui e Ismail insieme. Kessie ora è a Tokyo impegnato con la Costa d’Avorio nell’Olimpiade quindi si può assistere al tandem Bennacer-Tonali.

Cosa succederà a Gennaio

All’inizio della scorsa stagione tutto ok poi ecco gli stop. Infortunio al bicipide femorale, problemi al piede ed altro hanno contribuito alla sua assenza per ben 25 partite. Ora queste cose vanno messe alle spalle perché la stagione 2021-2022 sarà colma di impegni.

Campionato di serie A, la Champions League e a gennaio la Coppa d’Africa. Due saranno i giocatori che il Milan perderà, lui e Kessie la coppia costruita da Pioli. Tonali è già pronto ma ancora non lo è il quarto mediano.

Potrebbe rimanere Pobega ma il ritorno di Bakayoko intriga il Milan. Bennacer sarà protagonista anche con l’Algeria, è da incorniciare l’ultima edizione della Coppa. Prima di trasferirsi al Milan è stato campione d’Africa e nel 2019 miglior giocatore a soli 22 anni.

Leave a Comment

Il mondo delle criptovalute unito ai giochi da casino

Molti siti Internet offrono guide sul tema dell’investimento in criptovalute, un settore che unisce tecnologia e finanza visto che al centro di questo sviluppo monetario tutto particolare ci sono proprio i computer, software specifici e modelli matematici.

Le prime criptovalute che vengono in mente sono i Bitcoin (i primi più importanti), gli Ethereum e poi, tra le tante, citiamo i Dogecoin diventati famosi per la pubblicità che ne fa Elon Musk anche sui suoi social.

Chi ha creato criptovalute punta a farle diventare la nuova moneta democratica del futuro, svincolata da banche e poteri centrali, peccato che non avendo una legislazione specifica ed essendo un settore gestito da società private, siano ad oggi valori volatili quindi l’investimento se c’è deve essere molto attento.

Le criptovalute come moneta della quotidianità

Le criprovalute si possono ottenere principalmente acquistandole, poi usarle subito per il valore che hanno, aspettare che crescano di valore per rivenderle e ottenere un guadagno dal cambio. Tuttavia, gli inventori dei Bitcoin e altre cripto le hanno create per renderle monete della quotidianità esattamente come quelle tradizionali che abbiamo tutti nei portamonete.

Di fatto, esistono già gli e-commerce, i portali di turismo che accettano le nuove monete e anche realtà fisiche come alberghi, catene commerciali, brand lussury convertite alle criptovalute, le accettano come valore di pagamento.

Dato che anche il gioco d’azzardo è un settore di società private, anche queste accettano il pagamento in criptovalute per le giocate. Ci sono casinò online specializzate solo sull’utilizzo di queste nuove monete, ad esempio Tornado Casinò, Mrx Casino, eccetera. Poi esempi come 22Bet, 1Bet e 18Bet che le accettano tra tante.

Spunta un gioco da casinò che prende spunto dal mondo crypto

Gaming Corps è una società svedese che crea giochi elettronici per casino online, è specializzata soprattutto in slot machine e una nuova generazione di prodotto: multiplayer gaming ispirati al mondo delle piattaforme exchange sulle criptovalute. Unique Casino è un esempio di di casino online che ospita questo gioco, qui una recensione: Opinioni sul bonus di Unique casino.

Il mondo delle criptovalute ha le sue piattaforme di trading, precisamente sono piattaforme exchange dove si scambiano cripto generando così un profitto una ricchezza. Si tratta di una delle tante attività base di investimento su questi nuovi valori, c’è chi decide di acquistarle aspettando che valgano di più, c’è chi ogni giorno opera in una sorta di mercato di compravendita.

Jet Lucky è presente in alcuni casino online come gioco d’azzardo di terza generazione basato proprio sullo schema exchange.

Prevede che si osservi insieme ad altri giocatori connessi (per questo prende il nome di multiplier) un aereo che sale e indovinare quando si ferma o esplode, bisogna considerare anche il comportamento degli altri giocatori. Jet Lucky prende spunto dal trading su criptovalute perché prevede l’attenzione sul comportamento degli indici attraverso grafici e linee.

C’è da dire che gli appassionati di scommesse anche sui giochi d’azzardo e gli appassionati di trading online o trading sulle criptovalute ci tengono a separare le due attività, anche perché spesso i bookmakers accanto alle schedine sportive potrebbero offrire anche le scommesse finaziarie che non sono simili a Jet Lucky e non sono nemmeno da definire uguali o simili al trading.

Ecco come Gaming Corps spiega che cos’è Jet Lucky e un altro gioco

Proprio in questi giorni, Gaming Corps ha integrato un video Youube nel suo sito per preparare il lancio di Upcoming iJect Series Multiplier Game. Il prossimo gioco fa già parte di una linea di prodotti chiamati iJect. “Ispirato ai crash game di criptovalute – si legge nella presentazione – la funzionalità di base è scommettere su un oggetto in movimento e incassare al momento giusto.”

Bisogna aguzzare la vista e osservare un oggetto che si sposta avanti con il moltiplicatore della puntata che aumenta, devi decidere se abbandonare il gioco o osare e resistere per un cambiamento maggiore.

Jet Lucky è un multiplier game creato per alcuni casinò nline: VegasPlus, Unique, MaChance. Gaming Corps lo ha ottimizzato per ogni piattaforma per questo rientra in una linea di prodotti gioco d’azzardo definiti “giochi su misura”.

Ecco infatti come lo spiega proprio la società: “Man mano che l’aereo a reazione si sposta in avanti, il moltiplicatore di puntata aumenta e devi decidere se incassare o osare trattenere per un pagamento maggiore prima che l’aereo a reazione esploda. JetLucky ha anche una componente social e multiplayer in cui puoi seguire le scommesse degli altri giocatori in tempo reale. Buona fortuna a tutti voi coraggiosi piloti di caccia là fuori! JetLucky è un gioco su misura sviluppato da Gaming Corps secondo le specifiche del cliente.”

Leave a Comment

Nba: Phila travolge Gallinari e Wizard prepotente sui Lakers

In casa dei 76ers, l’Atlanta non riesce ad essere in partita, i capitolini vengono trascinati da Westbrook e i Suns impazziscono con Paul. Arrivano i Playoff dopo 11 anni. Volete tenervi informati allora https://www3.sitiscommesse24.com/sportsbook/campobet/ .

Philadelphia

Nella notte Nba 10 sono le partite con Danilo Gallinari ed il travolgimento a Philadelphia dei suoi Atlanta Hawks. Gli Hawks crollano 127-83 ed erano privi di Bogdan Bogdanovic. L’azzurro in solo 21’ di gioco da soli 4 punti. Vediamo Tobias Harris e Joel Embiid per i padroni di casa con 17 punti a testa.

Assistiamo dopo 11 anni al ritorno ai playoff dei Phoenix Suns. Questo è accaduto in quanto hanno sconfitto i Clippers 109-101 con il leader Chris Paul che è riuscito a mettere a segno 21 punti e 10 assist. Non è andata bene ai Los Angeles Lakers che hanno subito un ko nella Capitale con 116-107.  A questo risultato molto importante importante è stato Russell Westbrook da tripla doppia e dai 27 punti di Beal Bradley.

Denver: decisivo Jokic

Per battere i Pellicans 114-112 importante la giocata decisiva di Nikola Jokic. Il serbo a 2 minuti dalla fine riesce a stoppare Zion Williamson lanciato a canestro dopo che Jokic era stato derubato da Bledsoe nel possesso precedente.

Per il 6° posto c’è stata lotta serrata ad Est con i Miami Heat usciti vincenti contro i San Antonio Spurs 116-111. Jimmy Butler regala al coach Spoelstra la vittoria 600 in carriera chiudendo con 29 punti ed aiutando così la causa Heat. Boston a Miami batte in casa i Charlotte Hornets con 120-11 e sia Jayson Tatum che Jaylen Brown danno il loro massimo con una straordinaria prestazione.

Portland ok, New York torna alla vittoria

I Knicks dopo la sconfitta contro i Suns tornano alla vittoria e battono i Bulls al Garden 113-94. In partita troviamo nuovamente uno splendido Julius Randle aiutato da R.J Barrett. Il primo con 34 punti ed il secondo con 22 punti.

Sul Memphis Portland si prende la rivincita al FedEx Forum sconfiggendola 130-109. La bellissima accoppiata Lillard-McCollun torna nuovamente sugli scudi portando alla squadra 23 e 26 punti.

A Sacramento partita di allenamento con i Jazz che vincono alla grande 154-105. Orlando batte il Cleveland con 19 punti di Gary.

Leave a Comment

Ferrari, doppio podio a Spa in GTE-Pro

Grazie a Rovera, Perrodo e Nielsen arriva la vittoria nella classe GTE-Am. Per la Ferrari si chiude la 6 Ore di Spa-Francorchamps con un secondo e terzo posto in LMGTE Pro e primo e terzo posto in LMGTE Am. In questa gara inaugurale della Season 9 del FIA World Endurance Championship sono state protagoniste di un ottima performance sul tracciato belga le 488 GTE di Af Corse.

Podio importante Pier Guidi-Calado e Serra-Molina, terzetto Perrodo-Nielsen-Rovera al successo. Quest’ultimi sono stati accompagnati sul podio dall’equipaggio di Cetilar Racing di Lacorte-Sernagiotto-Fuoco. Consultate il sito approfittare dei bonus di Betwinner per le scommesse.

LMGTE Pro

Prima della gara il meteo prevedeva un clima freddo ed incerto ma al momento della gara c’era un pallido sole. Certo le temperature erano fredde ma sicuramente meno rigide del previsto. Durante la gara ci sono state tre Full Course Yellow ma nonostante questo la classifica non è cambiata.

Una prova convincente è stata disputata dalle due 488 GTE di AF Corse. Hanno un tenuto un’ottima gara ma non sono riuscite a contrastare la Porsche 92 che è riuscita a vincere. Le posizioni del podio le vetture di Maranello sono state sempre mantenute. Sono riuscite anche a comandare la corsa allo scadere delle tre ore.

Il comando della corsa lo hanno ottenuto approfittando della sosta dei rivali anticipata. Nonostante i due drive through per eccesso di velocità hanno ottenuto il secondo posto ottenuto da Alessandro Pier Guidi e Jamas Calado ed il terzo di Miguel Molina e Daniel Serra.

LMGTE Am

Francois Perrodo e Nicklas Nielsen, che in questa stagione sono affiancati da Alessio Rovera, con l’auto 488 GTE di AF Corse numero 83 bissano il loro successo. Lo scorso anno lo avevano ottenuto sempre sul circuito belga. Il team piacentino, ha preso il comando della corsa durante lo stint di Rovera ed è riuscito ad incrementare e gestire il vantaggio sugli inseguitori.

Al terzo posto del podio troviamo l’equipaggio di Cetilar Racing che in questa categoria erano al debutto. Hanno potuto approfittare della penalità subita dalla vettura 88 di 23”. Il terzetto tricolore ha svolto una buonissima prestazione. Antonio Fuoco è stato protagonista nel finale di una grande rimonta.

Per la seconda unità di AF Corse, guidata da Thomas Flohr, quarta posizione. Giancarlo Fisichella e Francesco Castellacci terminano la corsa a otto secondi dal podio. Fisichella protagonista di un’altra prova spettacolare ha dato dimostrazione della sua classe.

Per le due Ferrari di Iron Lynx, importante per l’andamento della stagione, sono presenti ed importanti esperienza e chilometri percorsi. Arrivate ottave e none con il terzetto rosa Frey-Legge_Gostner e Schiavoni-Cressoni-Piccini.

Leave a Comment

Champions League, nuovo format e quando si giocherà

Il calcio è in subbuglio come la politica dopo l’annuncio della Superlega calcio europea, la competizione ufficializzata da Florentino Perez insieme a 12 club fondatori che comprende anche le tre italiane Inter, Milan e Juventus.

La Fifa è in procinto di chiedere la fuoriuscita delle squadre che parteciperanno ad un torneo considerato privato ed esclusivo, una stoccata al calcio popolare e sociale.

Calendari semifinali che al momento si confermano ancora

Il Comitato Uefa al 18 aprile, giorno di ufficializzazione del nuovo format Champions, ha risposto alle dodici squadre fondatrici, provvedimenti saranno presi e potrebbero mettere in pericolo i calendari sia delle semifinali Champions che di Europa League ma al momento i calendari si confermano come sono.

Semifinali Champions di andata 27 e 28 aprile, Real Madrid contro Chelsea, Paris contro Manchester City. Semifinali di ritorno al 4 e al 5 maggio, finale presumibile a maggio con calendario e orario non ancora definitivo.

L’Europa League si conclude al momento con le semifinali Villareal contro Arsenal, Manchester United contro Roma, nelle analisi giallorosse si parla già di ingresso nella futura Uefa Conference Europe, il terzo torneo ufficializzato in questi giorni. Nei bookmakers italiani e stranieri (un esempio è italia 1bet) gli scossoni che abbiamo raccntato non piacciono perché prevedono la riscrittura dei calendari e la cancellazione di partite già quotate, questo evento ancora non si è verificato, la cosa da attendere nei prossimi mesi saranno i nuovi antempost e potenziali calendari dopo la finale delle stagioni 2020/2021.

Spieghiamo adesso il nuovo formato Champions 2024/2025

Le riforme Uefa hanno riguardato sia Champions League che Europa League e includono la novità e organizzazione dell’Europa Conference League.

Giocheranno 36 squadre invece che 32 con trasformazione importante della fase a gironi, ogni squadra giocherà sempre 10 partite contro 10 avversarie. Non più partite di andata e ritorno ma cinque avversarie a casa e cinque avversarie in trasferta, fino al 2024 rimarrà invece il formate sei partite contro tre squadre con andata e ritorno, ovvero casa e trasferta.

Da questo giro di partite si qualificano otto squadre per la fase a eliminazione diretta, si giocano gli spareggi in andata e ritorno i club che si trovano dal 9 a 24 posto in classifica. Anche Europa League avrà più squadre e più partite, 8 nella fase campionato, per l’Europe Conference League invece ci saranno 6 partite.

Il nuovo format Champions come scritto nel titolo si giocherà dal 2024, la stagione 2022 al momento è confermata con 32 squadre per la fase a gironi, 26 qualificate di diritto e ei vincitrici degli spareggi.

La fase a campione e la Europe Conference League

La qualificazione per la Uefa Champions League, scrive il Comitato tecnico, rimarrà aperto e legato al piazzamento in campionato. La terza classificata potrà accedere nella quinta federazione ranking. Un altro posto sarà assegnato al vincitore del campionato, il Percorso Campioni passa da quattro a cinque club. Gli ultimi due posti di qualifica andranno ai club con coefficienti più alti negli ultimi cinque anni, in questa posizione si aprono anche le qualifiche per Europa League e Conference League.

Leave a Comment